sabato 17 gennaio 2009

Immagina d'essere


Immagina d'essere un bimbo che, sdraiato sulla schiena con lo sguardo rivolto al cielo senza nuvole, faccia bolle di sapone con un anello di plastica. Non appena la bolla si stacca, l'osservi mentre s'innalza nel cielo, e così facendo sposti l'attenzione dalla bolla al cielo. Mentre osservi la bolla, questa scoppia, ma l'attenzione per un attimo rimane là dove c'era la bolla. Ecco, in quell'attimo la consapevolezza si posa nello spazio vuoto.

B. Alan Wallace, "Buddismo tibetano dalle fondamenta"

3 commenti:

  1. Mi piacciono questi esercizi di visualizzazione, c'è stato un tempo che non riuscivo a farli...
    Bella anche la foto.
    Ciao, un saluto e un augurio di buona domenica :)

    RispondiElimina
  2. E' simile alla storia del secchio d'acqua pieno d'acqua e la luna che si specchia dentro...un giorno il secchio si rovescia, il secchio sarà vuoto e la luna non ci sarà più; ma il portatore del secchio ottiene l'illuminazione non appena alza gli occhi al cielo e vede la luna la sù che guarda. COMPRENDE CHE LE COSE NON SONO COME APPAIONO, MA SONO !!!

    RispondiElimina
  3. Saper guardare cio' che tutti gli altri non vedono: l'evidenza!
    La consapevolezza dell'essere.
    Questo mi ha scaturito il tuo post
    Ciao

    RispondiElimina