giovedì 7 gennaio 2010

E... immobili se ne stanno lì


Semplicemente, senza che un solo angolo del suo volto si muovesse,
e assolutamente in silenzio, iniziò a piangere,
in quel modo che è un modo bellissimo, un segreto di pochi, piangono solo con gli occhi,
come bicchieri pieni fino all'orlo di tristezza, e impassibili mentre quella goccia di troppo alla fine li vince
e scivola giù dai bordi, seguita poi da mille altre,
e immobili se ne stanno lì mentre gli cola addosso la loro minuta disfatta.

Alessandro Baricco, Castelli di Rabbia

2 commenti:

  1. che passo dolcissimo e struggente...mi è capitato di vedere qualcuno piangere così.

    RispondiElimina