venerdì 21 maggio 2010

Anno Internazionale della Biodiversità


Parlando di biodiversità spesso pensiamo ad immagini affascinanti di animali e piante, ma il ruolo vitale della biodiversità per il benessere umano ed il mantenimento della vita sulla terra ci è meno familiare.
La biodiversità fornisce cibo, acqua, medicine, energia, materie prime e tanti altri servizi vitali per l’uomo e per il pianeta. Sono benefici fondamentali che vengono offerti spontaneamente dagli ecosistemi naturali e dipendono dalla “varietà” che li arricchisce e permette il loro evolversi.

La biodiversità è gravemente minacciata dalle attività economiche insostenibili, così come dalla crescita della popolazione, dai consumi eccessivi, dall’urbanizzazione incontrollata, dallo sfruttamento dei suoli e dalla diffusione di specie invasive.

L’UNESCO è uno dei partner principali del 2010 Anno Internazionale della Biodiversità , proclamato dalla Nazioni Unite per ricordare il ruolo fondamentale della biodiversità e l’urgenza di arrestarne la perdita.

In occasione dell’Anno della Biodiversità la Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO lancia un’iniziativa finalizzata a ricordare che la difesa della biodiversità passa in primo luogo attraverso l’impegno della scuola, dell’università e di tutte le sedi della formazione e della cultura.

Questo è il messaggio contenuto nella Dichiarazione Per una cultura della biodiversità, promossa dalla Commissione Italiana UNESCO in collaborazione con le principali organizzazioni che aderiscono al Decennio ONU per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile : FAO/ERP (Education for Rural People Partnership), Federparchi, Istituto Superiore per la Ricerca Ambientale (ISPRA), Legambiente, WWF, Società Geografica Italiana, tra gli altri.

Testimonial d’eccezione dell’iniziativa è Marcia Theophilo, poetessa brasiliana candidata al Premio Nobel e nota in tutto il mondo per la sua battaglia “poetica” per salvare la foresta Amazzonica.

Dichiarazione “Per una Cultura della Biodiversità”


Comunicato Stampa

Seminario “Per una cultura della Biodiversità”

Nessun commento:

Posta un commento