martedì 22 giugno 2010

Di Pietro indagato? il Giornale gode!

l quotidiano di Feltri supera se stesso con la prima pagina più bella dell’anno nell’annuncio dell’avviso di garanzia consegnato al leader dell’Italia dei Valori: mai un caporedattore centrale aveva osato tanto. 4723639664 18bd70b846 b Di Pietro indagato? E il Giornale gode!A volte la realtà supera la fantasia, a volte riesce a sorpassare anche il più spettacolo senso del ridicolo. E così, non si può fare altro che togliersi il cappello di fronte alla prima pagina di oggi del Giornale, che annuncia con tanto di Ola dell’intera redazione l’ennesima indagine nei confronti di Antonio Di Pietro.

I BIMBI ALL’ASILO – “Di Pietro indagato per truffa: COSI’ IMPARI“, recita il titolone, e continua: “L’ex Pm nei guai: è sospettato di aver intascato i rimborsi elettorali anziché darli al partito. Se fosse coerente, adesso dovrebbe lasciare il Parlamento. Ma non lo farà…”. Il riferimento è alla vicenda emersa ieri con l’avviso di garanzia consegnato al leader di Mani Pulite in seguito alla denuncia di Elio Veltri. E l’atteggiamento che traspare dal titolo – “così t’impari, gne gne gne, specchio specchietto” – dimostra una maturità, da parte dell’estensore del titolo, degna dei bambini dell’asilo.

FELTRI RULEZ – Nell’editoriale che accompagna il titolone, molto più sobrio nei termini e nelle parole, invece traspare, da parte di Vittorio Feltri, quella genuina ansia di beccare un’altra querela milionaria e poi essere costretto a scusarsi in prima pagina, come è già accaduto qualche tempo fa: “Sull’aspetto politico dell’incidente non sorvolo: l’ex Pm di Mani Pulite, se non si dimette dal parlamento (ed è un suo diritto), deve pubblicamente riconoscere di aver preso un granchio. E’ una follia pretendere che gli inquisiti stiano fuori da Camera e Senato”, dice Feltri. Certo, ad occhio sembra invece di ricordare che Di Pietro chiedesse agli inquisiti di non ostacolare le indagini utilizzando la propria carica, e ai condannati di non sedere in Parlamento. Ma queste sono sottigliezze, inutili sofismi: cose che all’asilo infantile nemmeno le capiscono. Figuriamoci al Giornale.

Articoli di (Dipocheparole)

Nessun commento:

Posta un commento