venerdì 2 luglio 2010

Perle di saggezza di Antonio di Pietro



1. I Democratici sono solo cicale che cinguettano.

2. Credo che si stanno ficcando in un ginepraio, ed è meglio che ci pensino due volte prima di fare ... un boomerang che non ha né capo né coda!

3. Il nostro è un paese ingrato, anche se il tempo mi darà ragione, io non ho più nulla da dire e da dare, ne' come magistrato, ne' come cittadino. Ora spero di essere dimenticato"(3/1/96)

4. Anche questa volta devo difendermi da accuse ingiuste, strumentali, opportunamente amplificate, surrettiziamente mistificate, intrise di mezze verità e di troppe falsità. (18/3/96)

5. Mi ritiro con un trattore nel mio Molise.

6. Magari succede che al primo applauso mi metto a piangere, mi commuovo. Oppure, siccome conosco 'picce e piccitielle', allora mi faccio scappare qualche parola di troppo. (27/12/95)

7. L' Italia non ha più carcerati di altri paesi, ha solo meno celle. Secondo me, per risolvere il problema bisogna costruire più celle. (15/6/95)

8. Non sono un politico e non penso di entrare in politica. Ma potete voi escludere la possibilità di vestirvi domani da donna? Tutto è possibile! (17/12/95)

9. Che ci fate qua, andate via, e' una casa privata. Agente, gli prenda i rullini, via, portateli in questura. (5/10/95)

10. Tra gli immigrati ci sono bande di sbandati che meriterebbero non la galera, ma il taglio degli attributi. (4/9/95)

11. Sono qui semplicemente per imparare e capire. Qui c'e' gente che ne sa molto piu' di me. (14/11/95)

12. Come dice la canzone? Ho un fisico bestiale. (5/7/95)

13. Noi siamo come Giobbe, abbiamo sopportato con pazienza le alchimie dei politici. (4/05/95)

Nessun commento:

Posta un commento