martedì 5 luglio 2011

la Rete Economica a Prezzo Agevolato per consumatori e produttori.


Finanza Critica,per chi rifiuta di delegare la gestione del proprio denaro e delle proprie idee
In tanti luoghi del mondo sono nate già da tempo numerose reti di economia solidale che hanno l’obiettivo di potenziare gli scambi interni a scapito di soggetti economici che mirano esclusivamente al massimo profitto e che, molto spesso, non rispettano i consumatori, le comunità locali o l’ambiente.

Lo scorso 14 maggio a Sordiglio di Casina (Re), presso la Cooperativa sociale Il Piolo, Mag6, attraverso il Progetto Mutualità, è stato inaugurato un nuovo strumento di economia alternativa: la REPA. Questa altro non è che una rete nata allo scopo di favorire sia l’accesso a beni e servizi da parte dei consumatori che l’intensificarsi degli scambi fra i diversi produttori, in modo da ridurre di circa il 10% il prezzo dei prodotti acquistati. Oltre che permettere una maggior facilità di ingresso a chi non ha grandi possibilità economiche, grazie a questa sperimentazione sarà più semplice arginare il rischio di chiusura delle piccole attività imprenditoriali attraverso il sostegno alla vendita diretta della loro merce.

In pratica tutti i 1400 soci della cooperativa Mag6 hanno a disposizione una tesserina che permette di richiedere il prezzo agevolato alle realtà imprenditoriali che hanno aderito alla REPA. Quest’ultime, a loro volta, possono partecipare alla rete impegnandosi ad applicare su tutti i beni e servizi offerti una riduzione di almeno il 10% rispetto al prezzo che utilizzano normalmente. Inoltre tutti i soggetti che hanno scelto e che decideranno di associarsi nel 2011 alla rete, beneficeranno di una riduzione sul tasso degli interessi attivi del 10%: in poche parole il tasso di interesse sui prestiti Mag6, dall’8,5% verrà ridotto al 7,65%; la stessa detrazione sarà applicata anche ai costi delle attività di consulenza e formazione. La creazione della REPA, e in generale degli strumenti economici-alternativi promossi dal Progetto Mutualità, ha come obiettivo principale la realizzazione di un maggior benessere collettivo e di un reciproco sostegno derivante dalla partecipazione a una rete sociale.

Le imprese della REPA
Attualmente le realtà imprenditoriali che hanno deciso di aderire alla REPA sono già 37, ma l’interesse verso questo nuovo strumento solidale è in continua crescita. Tra le numerose attività che già partecipano alla Rete Economica a Prezzo Agevolato di Mag6 si trovano imprese alimentari e agricole, tra cui anche ristoranti, aziende che operano nel campo della comunicazione e che offrono servizi di grafica per siti web, consulenza per spot pubblicitari o servizi fotografici, ditte di consulenza gestionale e fiscale, palestre, ma anche imprese che propongono attività particolari quali traduzioni di testi scientifici e corsi o laboratori per l’autocostruzione di impianti per la bioedilizia. Sembra realmente possibile, allora, riuscire a sperimentare un nuovo modo di fare economia: l’importante, come affermano i soci di Mag6, è «essere capaci di immaginarsi un diverso utilizzo del denaro».

Come entrare nella rete
Per saperne di più sul progetto REPA e per eventuali adesioni, tutto il materiale è disponibile sul sito
www.mag6.it.
Per maggiori approfondimenti, domande o per offrire contributi, è possibile rivolgersi telefonicamente allo 0522 454832 (Chiara) o all’indirizzo di posta elettronica chiara@mag6.it.

Nessun commento:

Posta un commento