mercoledì 9 novembre 2011

SILVIO MI FA TENEREZZA-di Dario Vergassola



Gli piace la gnocca, racconta barzellette, suona sulle navi. Senza di lui come facciamo? Alfano? Prova ad imitarlo con quel riportino. Bersani? E' perfetto per peggiorare la situazione attuale. La Carlucci? Quando la nave affonda, anche le "tope" scappano

Noi conosciamo Berlusconi, sembra di capire che la bugiardaggine, dire delle cose che poi alla fine non sono vere sembra che sia uno dei suoi cavalli di battaglia. Quindi da una parte è un bene che se ne vada, io sto aspettando le sue dimissioni da anni, e il fatto che succeda mi lascia quasi perplesso. Stava sempre a dire "me ne vado, me ne vado", aspetti sempre un cambiamento nella vita poi una volta che succede mi dico "poi come sarà? con chi me la prenderò? come faremo a fare le battute? cioè, il mio lavoro ne risentirà?" E' questa un po' l'idea...
Anche Bossi lo ha mollato, in generale non si capisce mai quello che dice Bossi e a volte è meglio. Il problema, però, è che eravamo talmente abituati a questa banda di macchiette che ci faceva quasi piacere. Poi, se Berlusconi fondamentalmente mi riesce bene è perché è un po' uno di noi, racconta le barzellette, suona a bordo delle navi, è piccolino, pelatino, gli piace la gnocca...Io mi ritrovo molto in Berlusconi, se non fosse che è il Presidente del Consiglio sarei dalla sua parte.
Quindi certo, se al suo posto dovesse andare Alfano, la satira ci perderebbe, anche se Alfano un tentativo di copiare Berlusconi, di farsi ricrescere i capelli lo sta già facendo col riporto. Ma non sarà mai come il Padre Padrone, sarà sempre un piccolo tentativo di imitazione.
Schifani, dal canto suo, è un modo lombrosiano di dare i coglioni, come me d'altronde, perché "Vergassòla" è un cognome e un destino.
Questo giorno che ci aspettavamo da anni ci ha lasciato tutti un po' così, io pensavo che avrei stappato bottiglie, invece dico la verità, mi sono sentito come uno che aspetta la prima volta da tanto tempo e poi alla fine rimane un po' deluso.
In effetti, c'era tanta aspettativa da questo supereroe.
Poi però bisogna vedere quello che succede, la sinistra dal canto suo è riuscita già a fare tante cazzate. Bersani è perfetto per riuscire a prendere in mano la situazione e rovinare tutto anche lui in questo momento.
Ora seriamente, io farei fare queste manovre lacrime e sangue a una specie di moltitudine politica, così poi nessuno si prende la briga di essere colpevole, e poi sarei per cambiare la legge elettorale, così si andrebbe a votare con una nuova legge elettorale. Perché se dobbiamo andare a votare con quella attuale è meraviglioso, già non si capisce più nulla, magari vince anche il centrosinistra, però ognuno abuserebbe di questa legge mettendo a lavorare chi gli pare, una sorta di caporalato. A parte Berlusconi, mi sembra che sia un problema totalmente di gnocca, che le amazzoni di Gheddafi gli fanno una pippa, però insomma secondo me ameno la legge elettorale va cambiata.
Poi mi sembra che Berlusconi porti un po' sfiga, vorrei ricordare a tutti i problemi meteorologici che ha l'Italia in questi giorni, e Berlusconi appena una settimana fa ha detto "Dopo di me il diluvio".... e quindi secondo me quando parla bisogna starlo a sentire.
E'anche vero che un segno preciso del decadimento di Berlusconi sta nel fatto che, dopo l'uscita della Carlucci dal Pdl, possiamo dire che quando Berlusconi affonda, anche le tope abbandonano la nave.
cadoinpiedi.it

Nessun commento:

Posta un commento