venerdì 16 dicembre 2011

Sono uno schiavo moderno





La comunità senegalese piange la morte di Samb Modou e Diop Mor, uccisi a colpi di pistola a Firenze senza ragione apparente. "Noi non siamo qui per vendere droga, veniamo qui per fare lavori che nessuno di voi vuole fare. E' facile sparare a qualcuno solo perché è nero. Se questa cosa la faceva un senegalese cosa sarebbe successo?". "E' da tre secoli e mezzo che lavoriamo come schiavi. Da quando sono nato non mi sono mai sentito libero, né in Africa né in Italia. Sono uno schiavo moderno".

Nessun commento:

Posta un commento